NON FINISCONO MAI DI STUPIRCI (PARTE SECONDA)

In questi giorni alcuni Assessori del Comune di Umbertide si sono affannati a decantare bilancio e tariffe per l’anno 2015. Tralasciamo, per ora, ciò che riguarda il bilancio a livello più tecnico per tornarci dopo il Consiglio comunale, ma non possiamo rimanere silenti di fronte ad alcune dichiarazioni. In primo luogo tutti si lamentano dei tagli che il governo centrale ha applicato ai trasferimenti al nostro Comune. Ma questo non è il “loro” governo? A comandare e decidere questi tagli non sono le stesse persone che loro hanno appoggiato e appoggiano? Andando invece al cuore delle dichiarazioni rimaniamo basiti: in pratica ci viene detto che nonostante il Governo dia ad Umbertide 757.000 euro in meno, la nostra Amministrazione riuscirà a dare gli stessi servizi dello scorso anno agli stessi prezzi. Questo significa che nello scorso anno sono stati “buttati via” 757.000 euro? Rimaniamo addirittura sbigottiti nel leggere che i nostri Assessori si preoccupano più del pensiero dei consiglieri dell'opposizione che di quello degli stessi cittadini e si rivolgono alle opposizioni come se loro fossero causa della precarietà finanziaria di questo Comune. Siamo interessati a studiare questo nuovo bilancio di previsione, non certo per spaventare o strumentalizzare, ma evidentemente la loro idea di politica è legata ai modi della tifoseria calcistica piuttosto che puntare ad una interazione tra le parti, visto che il bilancio rispecchia quello che sarà l'agire della nostra Amministrazione con immediate ricadute sui cittadini. Ecco perché sarebbe gradita una maggiore considerazione di tutte le forze politiche nella stesura di questo atto, come anche il fatto che le possibili proposte fatte dalle opposizioni vengano almeno tenute in considerazione di approfondimento e non semplicemente bocciate, trincerandosi dietro un “non si può fare”. A quando dunque l'introduzione della tariffazione puntuale che garantisce premialità nel pagamento della tariffa dei rifiuti, infatti è con la riduzione dei rifiuti che si diminuiscono le spese di gestione. A quando invece una riduzione dei tributi? Vogliamo far notare che una tassazione invariata non equivale ad una tassazione bassa, considerando poi che le aliquote di Tasi e Imu sono già quelle massime, poi a fronte di quale ottimizzazione dei servizi?

 

8/06/2015