L’AMBIENTE NON È UNA MUCCA DA MUNGERE

Apprendiamo con profonda soddisfazione, dai mezzi di informazione locali, della volontà del Partito Democratico di Umbertide di impegnarsi “a costruire un modello di città che nei prossimi anni possa rappresentare un esempio di sviluppo in chiave ecologica”. Il M5S è da sempre attento ai problemi ambientali. Dall’attenzione all’ambiente possono venire posti di lavoro, benessere e salute. Dall’attenzione all’ambiente dipende la sopravvivenza della nostra specie. Come non potremmo essere felici di avere al nostro fianco per queste battaglie il più votato partito umbertidese? Ora ci aspettiamo delle prese di posizione chiare su molte cose che purtroppo non vanno: 

• Contro l’impianto di compostaggio di Pietramelina che sta ammorbando l’aria di un comprensorio sempre più vasto;

• Contro la centrale a biomasse di Pian D’Assino;

• Sulla bonifica dell’eternit nello stadio “Città di Torino” ormai in pessime condizioni e per questo motivo pericolosissimo per gli umbertidesi;

• Contro il mostruoso ampliamento dell’impianto di trattamento di rifiuti speciali a ridosso della frazione di Calzolaro;

• Per migliorare la gestione dei rifiuti.

È di ieri la notizia che nelle nuove classifiche di “Comuni Ricicloni”, di cui lo scorso anno la nostra amministrazione si è tanto vantata, Umbertide è passato dal primo posto in Umbria dello scorso anno al terzo di quest’anno dimostrando una pericolosa deriva. Non vogliamo continuare con un elenco che potrebbe sembrare noioso, ma i problemi ambientali da affrontare sono molti e ci aspettiamo che il PD voglia intervenire perché la nostra amministrazione comunale cambi rotta e cominci a guardare all’ambiente come a qualcosa di importante per la collettività e non come ad una mucca da mungere. Ma ora ci sorge un piccolo dubbio: questa amministrazione non è guidata proprio dal PD?

 

10.07.15