SI SMENTISCONO DA SOLI

In questi giorni sulla stampa si assiste ad un botta e risposta tra il partito di maggioranza e l’opposizione, con un PD che accusa continuamente di demagogia e strumentalizzazione la minoranza. Proprio perché tali caratteristiche non ci appartengo, le nostre domande, fatte sia prima che in fase di approvazione di bilancio, sono molto semplici e dirette, anche se ancora oggi non ci sono state date delle risposte. Si continua ad affermare che “nonostante i tagli consistenti subiti dal Comune (e per questo esercizio si parla di 757.000,00 euro), la nostra Amministrazione è riuscita a mantenere un buon livello dei servizi senza attivare alcuna manovra fiscale”. A fronte di ciò insistiamo nel voler sapere (e non risulteremo certamente demagogici, semmai noiosi): se non sono state aumentate le tasse, sono stati mantenuti invariati i servizi, e ci sono 757.000,00 di euro in meno rispetto allo scorso anno di trasferimenti da parte dello Stato centrale, come si è riusciti a far fronte ad una simile minor entrata? Viene da chiedersi allora se l’anno scorso non siano stati “sprecati” 757.000,00 euro.

La storia poi delle tariffe Tasi-Tari-Imu  fa sorridere, considerando che quelle applicate sono già le aliquote massime, si voleva elevarle oltre gli indicatori stabiliti dalla legge?

Se scendiamo ad analizzare i vari capitoli del bilancio e le singole voci è interessante  vedere come per il turismo, ad esempio, non sia stato stanziato neppure un euro, (così come nello scorso bilancio), nonostante l’Amministrazione abbia detto più volte di voler investire in questo settore (per chi ha la memoria corta: http://www.comune.umbertide.pg.it/Altre-news/Umbertide-centro-strategico-per-il-turismo-dell-Umbria).
Sull’affermazione, poi,  del capogruppo Pd, che la costituzione di nuove commissioni permanenti possa rallentare le procedure amministrative, vogliamo sapere come ciò possa accadere; la commissione di controllo e garanzia che noi abbiamo chiesto di istituire e che è stata bocciata dalla maggioranza avrebbe anzi velocizzato molte attività dell’opposizione, che si trova a discutere i propri atti in tempi risicati. Ciò non avrebbe minimamente influito sulla spesa pubblica perché noi del M5S avremmo certamente rinunciato al gettone di presenza pur di vederla costituita, sempre che il problema sia questo. Perché l’Amministrazione ha paura della Commissione Controllo e Garanzia? Cosa vuole nascondere?

 

27/08/2015