NON SANNO PIÚ CHE INVENTARSI

É deprimente vedere come due alte cariche del nostre Comune si perdano nel cercare critiche verso l'opposizione piuttosto che studiare il proprio programma, visto che nell'ultimo consiglio comunale hanno bocciato proprio una proposta che ricalcava un loro impegno preso durante le elezioni amministrative passate. Il sindaco Locchi e l'assessore Tosti parlano di “incomprensibile l'atteggiamento delle opposizioni". Noi di incomprensibile vediamo solo le loro prese di posizioni, chiuse e conservatrici. La nomina del nuovo collegio dei revisori dei conti null'altro è che una presa d'atto di quanto approvato dalla Prefettura. L'unica scelta che spetta al comune è di stabilire il compenso annuo per gli incarichi, la legge fornisce solo un tetto massimo e non un tetto minimo, ecco questo forse è sfuggito al nostro assessore. Come deve essergli sfuggito che la trasparenza non sta certo nella presa d'atto di una nomina, ma in una modo di operare che ai nostri amministratori è sconosciuto. Nulla a che vedere con la commissione controllo e garanzia, se sono così per la trasparenza perché hanno bocciato la sua istituzione? Forse per scarsa trasparenza?

 

29/09/2015