COSA STA SUCCEDENDO?

Nella notte di Capodanno sono state accoltellate, a distanza di poche ore l’una dall’altra, due persone, una delle due aggressioni è avvenuta nei dintorni di Piazza Matteotti durante i festeggiamenti di fine anno; da quanto si apprende dalla stampa sembra che l’autore di entrambi i gesti, avvenuti per futili motivi, sia un albanese da tempo residente nel comune di Umbertide con precedenti per spaccio di stupefacenti. Umbertide non è dunque immune a episodi del genere, abbandoniamo l’idea di città di pace e di serenità e accostiamoci invece al pensiero che il nostro paese non è dispensato da simili episodi, come purtroppo molte altre realtà umbre. Sappiamo realmente cosa accade nel nostro territorio? Solo nel 2015 ci furono diversi arresti che evidenziavano l’esistenza di una rete di spaccio messa in piedi ad Umbertide ed in altri centri dell’Alto Tevere; inoltre i furti negli appartamenti continuano incessantemente. Lo scorso marzo discutemmo in Consiglio comunale una nostra interpellanza proprio per sapere come l’Amministrazione intendesse affrontare il problema criminalità visto il clima di profonda preoccupazione e inquietudine tra i cittadini. L’Assessore Leonardi ci rispose che erano in atto misure di prevenzione e controllo attraverso accordi con la polizia provinciale e la vigilanza notturna. Non ci risulta però che sia cambiata di molto la situazione. Pochi mesi fa alla presenza di figure istituzionali locali e non, quali il Prefetto e il Sottosegretario agli Interni, si è tenuto nel nostro Comune un incontro sulla sicurezza dove la nostra Amministrazione ha ribadito come questa sia tra i suoi obbiettivi prioritari, ha inoltre affermato che si sarebbe impegnata a garantire una maggiore tranquillità e una migliore qualità della vita dei cittadini. Ora, come può un cittadino alla luce dei recenti fatti sentirsi al sicuro. Si parla continuamente di accordi stretti con la Prefettura, con le forze di polizia e di collaborazione con gli altri Comuni dell'Altotevere , ma questi accordi restano di fatto solo su carta? In vista dei festeggiamenti in piazza dell’ultimo dell’anno che richiamano un gran numero di partecipanti è stata predisposta dall’Amministrazione un’attività di vigilanza e controllo della nostra polizia municipale ? Come si pensa di reprimere la criminalità se non si mettono in atto neppure quei rafforzamenti dei controlli che tanto vengono sbandierati?