CHIUSI ALTRI POZZI PER INQUINAMENTO

Altri cinque pozzi sono stati chiusi per l’inquinamento della falda con ordinanza del Sindaco del 06/07/2016. Altri cinque pozzi che vanno a sommarsi ai nove del 13/05/2016, agli altri di inizio anno ed a quelli del 2014. Ormai la zona di Umbertide, ad ovest della strada statale, è quasi tutta contaminata da tetracloroetilene e tricloroetilene e ormai l’inquinamento comincia a spingersi anche nella zona ad est della strada statale. Mentre l’inquinamento si allarga sempre più la nostra Amministrazione continua ad aspettare che la Regione trovi risorse per la realizzazione di un Piano di caratterizzazione per lo studio della falda. Un immobilismo assurdo. L’inquinamento si sta allargando e non è più possibile aspettare. Vorremmo capire quali sono le intenzioni della nostra Amministrazione, l’Assessore all’Ambiente ha un piano di intervento o è ancora tutto fermo nell’attesa che si trovino risorse per il piano di caratterizzazione? Possibile che il nostro Comune è capace di reperire soldi solo quando ci sono da fare grandi opere e quindi grandi appalti? Cosa stiamo aspettando? Forse aspettiamo che l’inquinamento abbia raggiunto tutto Umbertide? A quel punto sì che sarebbe una grande opera, ma sarebbe troppo tardi per recuperare un territorio che era sempre stato incontaminato.

 

10.07.2016