Parco Reggia: percorso impraticabile

Il M5S ha depositato un'interpellanza riguardante il parco pubblico che si estende lungo il torrente Reggia, parallelo a via Roma, il quale è stato oggetto alcuni anni fa di riqualificazione attraverso la realizzazione di un percorso dotato di panchine e cestini.

Già nel giugno scorso il M5S denunciò lo stato di degrado del parco e il fatto che il ponte al suo interno, lesionato, fosse ancora chiuso al transito. Nel giugno 2015 venne approvato in Consiglio comunale un ordine del giorno del Pd che prevedeva la realizzazione all'interno del parco di un'area di sgambatura per cani, che ancora oggi non è stata realizzata; non riescono ad attuare nemmeno quanto proposto ed approvato dalla maggioranza.

Il M5S interpella la giunta per sapere quali sono le intenzioni di questa Amministrazione nei confronti dell'area e quando verrà riaperto al pubblico il ponte per permettere così una regolare fruizione del parco da parte dei cittadini. Inoltre si chiedono chiarimenti in merito a quanto è uscito poco tempo fa sulla stampa circa l'acquisto tramite asta di una rata di terreno del parco da parte di un privato cittadino. Stando a quanto sostiene l'acquirente, egli ha acquistato tramite asta, per il fallimento di un'impresa umbertidese, una porzione di terreno del parco scoprendo poi che il terreno dove insiste il lotto di circa 1000 mq non sarebbe mai stato espropriato dal Comune. Si ritrova pertanto proprietario di un terreno munito di lampioni e panchine che sta all'interno di un parco pubblico. A seguito di questa vicenda il M5S pretende di sapere se vi siano altre rate di terreno del parco che sono proprietà di privati e nel caso quali provvedimenti intenda adottare l'Amministrazione comunale. Se ciò fosse vero, sarebbe gravissimo, non solo perché farebbe dubitare anche di altre aree verdi e zone del nostro Comune, ma anche perché l'intero parco è stato negli anni precedenti oggetto di riqualificazione. Si sono dunque usati soldi nostri per abbellire aree private?

27.02.2017