PIATTAFORMA: IL CUORE DI UMBERTDE NON BATTE PIU’

La Piattaforma cuore di Umbertide , si legge sull’insegna della morente struttura comunale, il cuore sembra invece essersi fermato!
Tra le finalità della concessione comunale ricordiamo alcuni dei punti salienti come la creazione di un’area di incontro per l’intera cittadinanza allo scopo di favorire attività di aggregazione, scambi culturali, partecipazione alla vita cittadina, realizzazione di attività ludico-ricreative volte all’integrazione (con particolare riguardo ai soggetti a rischio di emarginazione sociale), nonché la promozione di iniziative culturali volte a valorizzare la Liberazione e la democrazia, in piena autonomia e in coerenza con la storia del locale Club Cremona. Di tutto ciò non vi è traccia, il locale è fermo, in attesa della scadenza della convenzione a dicembre 2018.
Questo spazio fino al ventennio scorso era per i giovani umbertidesi e non, un importante punto di incontro e confronto generazionale, catalizzatore della crescita collettiva di intere generazioni. Oggi quello che ci appare sembra ben lontano dalle funzioni che la struttura dovrebbe ricoprire.
Le gestioni che si sono succedute negli ultimi anni hanno disatteso quanto previsto dalla convenzione riducendo la struttura, da fiore all’occhiello di Umbertide, ad un non luogo, anonimo ed in stato di abbandono, non partecipato.
Il locale ha assunto di fatto un ruolo puramente commerciale venendo meno non solo alle direttive della convenzione, ma anche alla funzione sociale, aggregativa, culturale e partecipativa per la cittadinanza.
L’attività commerciale dovrebbe essere svolta solo a supporto della realizzazione dei fini istituzionali e non avere carattere predominante ed esclusivo tale da generare una concorrenza sleale nei confronti di attività analoghe. E’ chiaro che il Comune, quale unico proprietario, ha il ruolo di controllore della struttura, affinché vengano adempiuti e rispettati gli obblighi e le finalità per cui l’area è concessa in comodato. Questa situazione fu fatta presente al Sindaco e alla sua giunta già nel novembre del 2014, quando presentammo un'interrogazione sulla struttura, mettendo in evidenza tutte le criticità che da un'accurata indagine avevamo riscontrato. Seguì una lettera dell'Amministrazione che invitava l'associazione a riprendere le attività statuarie e a produrre un programma delle attività. È cambiato qualcosa?
Il Comune continua a monitorare la situazione? Visto lo stato in cui versa la struttura non pare lo faccia. L'Ente deve verificare sistematicamente lo stato della gestione delle proprie strutture e se si rende necessario deve intervenire. Perché questo atteggiamento di indifferenza?
Nel deserto propositivo di Umbertide verso i giovani La Piattaforma deve tornare ad essere un centro aggregativo plurigenerazionale.
Dato l’approssimarsi della scadenza della convenzione
sollecitiamo l’amministrazione affinché intraprenda al più presto il lavoro di stesura del nuovo bando per l’assegnazione e scongiurare il ripetersi dell’odissea vissuta per l’assegnazione del teatro, del quale non è stato ancora reso noto l'esito della gara.

21.06.17