"CAOS" UMBRA ACQUE

Apprendiamo favorevolmente dalla stampa che il Sindaco di Umbertide si farà portavoce verso Umbra Acque del disagio dei cittadini che hanno visto nel tempo una costante riduzione dell’apertura dello sportello. Ricordiamo che questo era, almeno in parte, l’appello che il M5S aveva rivolto al Sindaco per risolvere il caos generato dall’arrivo delle bollette di Umbra Acque con importi molto alti. Questo ha portato molti utenti a prendere d’assalto l’unico sportello presente ad Umbertide, aperto un solo giorno a settimana e mezza giornata. Nella nostra richiesta si sollecitava anche l’emissione di nuove fatture con possibilità di rateizzazione, perché se Umbra Acque non ha emesso bollette per tanto tempo generando poi questi importi salatissimi, non devono certo farne le spese i cittadini. Inoltre viste le lunghissime file che si stanno formando allo sportello, si è chiesto che venga riportata a due giorni settimanali l'apertura dello sportello. Ci auguriamo che il Sindaco si faccia carico di queste ulteriori richieste e che si impegni per garantire una corretta gestione del sistema idrico.
Siamo ancora lontani da una gestione pubblica dell’acqua, nonostante in merito gli italiani si siano espressi chiaramente con un referendum. Si preferisce imporre una gestione che interamente pubblica non è e che, a quanto pare, non sembra aver risposto a due aspetti importanti : ridurre i costi di gestione e sistemare gli impianti per contenere le perdite. Oggi la tariffa è aumentata e la situazione dei nostri acquedotti non è affatto migliorata.

26.06.2017