PERCHÉ IL DISAGIO AMBIENTALE

Come tutti già saprete, a Pietramelina (proprio al confine con il comune di Umbertide) nel 1984 è stata costruita una discarica per rifiuti solidi urbani. Poco dopo è stato costruito un impianto di compostaggio.
Questi impianti hanno causato e causano un notevole disagio nella frazione di Pierantonio.
Attualmente la discarica è piena (non riceve rifiuti dall'agosto 2013) ma non chiusa perché tuttora non è stata fatta la copertura finale mentre l'impianto di compostaggio lavora a pieno ritmo. Lavora così tanto che spesso i rifiuti rimangono per troppo tempo nel piazzale creando non pochi problemi ai pierantoniesi che molto spesso la sera non possono nemmeno tenere le finestre aperte.
Per il disagio causato da questi impianti la regione Umbria, dopo aver firmato un protocollo d'intesa con i cittadini e questo stesso comune, mise a disposizione del comune di Umbertide delle somme allora definite di "compensazione sociale" già nel 1998.
In seguito, nel 2002, la regione dell'Umbria aumentò la compensazione per il disagio causato dagli impianti di Pietramelina.
Infine con l'approvazione del nuovo Piano regionale dei Rifiuti Il disagio ambientale è diventato legge. Infatti l'art. 41 comma 3 della Legge Regionale n. 11/2009 recita:
"L'indennità di disagio ambientale è utilizzata dai comuni per agevolazioni tariffarie a favore degli utenti interessati dalla presenza degli impianti e per finalità inerenti il miglioramento ambientale e la dotazione dei servizi nelle stesse aree."
Da qui si evince la chiara intenzione della nostra Regione di riconoscere, a chi risiede vicino ad impianti di trattamento dei rifiuti, una compensazione per i tanti anzi troppi disagi che questi devono sopportare.
Fino ad ora il comune di Umbertide si è comportato correttamente ma circolano sempre più voci che il disagio ambientale riconosciuto ai cittadini di Pierantonio fino all'anno 2011 non sarà più riconosciuto da questo Ente.
Vogliamo credere che siano solo voci che lei, signor Sindaco, oggi vorrà dissipare rassicurando i cittadini di Pierantonio. Tutto ciò che vorremmo è che lei e la sua Giunta oggi vi prendeste l'impegno di corrispondere, sotto la forma di sgravi sulla tassa dei rifiuti, le quote di compensazione che l'ATO 2 ha già versato e verserà in futuro come disagio ambientale dovuto agli impianti di Pietramelina.

02/07/14