SITUAZIONE SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

Con la riapertura delle scuole si ripresenta, in quelle che svolgono l'attività didattica a tempo pieno, la problematica legata alla temporanea mancata erogazione del servizio mensa. Fino al 2 ottobre, infatti, i bambini saranno costretti ad arrangiarsi . Comodo per i genitori e adeguato per i bambini, vero? Singolare il modo in cui l'amministrazione comunale di Umbertide interpreta il concetto di servizio pubblico riducendo a prassi una soluzione totalmente in contrasto con i più basilari principi conciliativi tra vita lavorativa e familiare. Lo scorso anno scolastico alla scuola primaria di Pierantonio qualche genitore di buona volontà si è organizzato, in accordo con la direzione didattica e il comune, con oneri totalmente a carico delle famiglie, consentendo l'attivazione del servizio mensa sin dal primo giorno di tempo pieno. È difficile comprendere la scelta operata dal comune di Umbertide che ha sottoscritto il sottostante contratto con una tale decorrenza. Il contratto che il nostro comune ha con la cooperativa che fornisce questo servizio è scaduto nel settembre 2014 e al momento è stata concessa una proroga temporanea (con scadenza a novembre di quest'anno) in attesa che venga indetta una nuova gara. Sarebbe opportuno correggere l'imbarazzante scelta di lasciare senza pasto i bambini nel mese di settembre ed evitare il reiterato ricorso all'istituto della proroga potenzialmente lesivo dei principi di rango costituzionale del buon andamento e imparziali di un'amministrazione pubblica. Molto semplicemente attivando le procedure finalizzate alla stipula di un nuovo contratto si darebbe la possibilità agli altri operatori del settore della ristorazione collettiva di offrire il loro servizio, si potrebbero ottenere condizioni migliori rispetto alle attuali, cosa non di poco conto per i tempi che corrono che vedono molti enti pubblici in seria difficoltà a far quadrare i conti.
Visto che la proroga del contratto è in scadenza, chiediamo all'amministrazione comunale che nel nuovo bando sia previsto il servizio mense nelle scuole dell'infanzia e primarie a partire dall'inizio dell'anno scolastico e non un mese dopo, sperando di non dover assistere a una nuova proroga.

26.09.2017