NESSUNA RESTITUZIONE DELLA MINI IMU.

Nel Consiglio Comunale del Comune di Umbertide di giovedì 7 agosto 2014, sono state discusse le aliquote e relative detrazioni dei tributi Imu, Tasi e Tari.

Riportiamo qui di seguito il nostro intervento relativo alla "MANCATA RESTITUZIONE DELLA MINI IMU":

 

Nel Consiglio Comunale del 7 agosto sono state discusse anche le aliquote e relative detrazioni dei tributi Imu, Tasi e Tari. Con voto a favore della maggioranza e contrario dell'opposizione (Movimento 5 Stelle e Umbertide Cambia) sono state approvate.
Tra le varie contestazioni mosse dall'opposizione c'è quella che riguarda l'aliquota Tasi. Questa viene calcolata sulla base della rendita catastale, e inutili sono state le precedenti proposte fatte dal M5S affinché venisse calcolata sulla base del reddito, sicuramente strumento più equo, con inoltre specifiche detrazioni per determinate categorie.
Di fatto la scelta operata dall'Amministrazione non tiene conto della capacità contributiva dei cittadini.
Il dato che emerge da una prima analisi è che vengono attuate tutte la aliquote massime per ciascuna categoria di immobile, in particolare sull'abitazione principale è stata fissata al 2,5 per mille, mentre per gli altri immobili (seconde case) è stata portata al 2,8 per mille con un aggiunta dello 0,8. I proprietari di questi ultimi immobili si troveranno a pagare tra Tasi ed Imu (8,6 per mille) un bel 11,4 per mille, il massimo valore possibile.
Il famoso 0,8 per mille è una aliquota in più che il Comune a propria discrezione può o meno applicare. Oltretutto è simpatico notare come la maggioranza abbia voluto far passare questo 0,8 per mille, che si è astenuto dall'applicare sull'abitazione principale in aggiunta all'aliquota del 2,5, come riduzione riconosciuta dall'Amministrazione per la "famosa"restituzione della Mini-Imu.
Di fatto ai proprietari di abitazione principale non viene restituita la Mini Imu, il riconoscimento di quest'ultima attraverso la mancata applicazione di una aliquota Tasi dello 0,8 non trova corrispondenza nei fatti. L'Amministrazione dichiara il suo impegno fin dal bilancio 2014 ad attuare una politica fiscale che sia equa per tutti i cittadini consentendo al contempo la salvaguardia dei servizi, ma da quello che emerge ci sembra invece che si sia tenuto conto più della parità di bilancio che di una strategia economica e finanziaria che consideri il difficile modello economico attuale.

Movimento 5 Stelle Umbertide