Chi ben comincia…

In un articolo del Corriere dell’Umbria di oggi, 26 maggio, viene annunciato un incontro promosso dal sindaco di Gubbio con gli abitanti di Camporeggiano “per ribadire l’assoluta infondatezza” delle notizie riguardanti la possibile delocalizzazione nella frazione eugubina dell’impianto di trattamento di rifiuti situato a Calzolaro, la Splendorini Molini Ecopartner. Ipotesi avanzata da un candidato delle liste del PD. Il PD ha dunque causato uno scontro istituzionale con il comune di Gubbio solo con le prime dichiarazioni fatte, figuriamoci cosa farebbe se tornasse a governare il comune! D'altro canto avevano già fatto molto nelle scorse legislature con l'uscita dal capitale sociale di Sogepu ed il rischio di creare un altro scontro istituzionale (che poi di fatto c'è stato sempre per il caso Ecopartner) con il comune di Città di Castello. Vi ricordate quando si ventilava l’ipotesi di una possibile acquisizione dell’impianto di trattamento da parte di Sogepu? Grande indignazione del PD umbertidese che tuonava contro il sindaco della città tifernate invocando rispetto. Botta e risposta comici che sottolineano ancora una volta la grande responsabilità del PD locale su questioni come quella ambientale di Calzolaro. Vorremmo solo ricordare che il comune dove noi tutti viviamo è accerchiato da impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti. Infatti nel raggio di 12 chilometri dall’abitato di Umbertide ci sono impianti che possono trattare/smaltire i due terzi dei rifiuti umbri. Infatti a Pietramelina, posta a 7,5 km da Umbertide e a pochi metri dal confine del comune, si potranno trattare 50.000 tonnellate di rifiuti organici; a Borgogiglione, a 11 km da Umbertide ed anche questa vicinissima al confine del comune, vengono smaltiti circa 150.000 tonnellate di rifiuti; a Calzolaro possono essere trattate 50.000 tonnellate di rifiuti; a Belladanza, che si trova a 12 km dall’abitato di Umbertide, dovrebbero essere smaltite circa 20.000 / 30.000 tonnellate di rifiuti ed essere trattate circa 30.000 tonnellate di rifiuti organici. La nostra città si trova al centro di un quadrato delimitato da discariche, impianti di compostaggio e trattamento rifiuti. Dove era finora il PD  umbertidese? Non stava a loro difendere la qualità del territorio comunale e tutelare la salute dei cittadini? Una simile concentrazione di impianti di smaltimento/trattamento i rifiuti alle porte o all’interno del proprio territorio non ha pari in nessun altro comune umbro. Ora non possiamo che ringraziarli del bel lascito.

26.05.18