ODG Modifica ed integrazione dell'art. 30 dello Statuto Comunale

DAL CONSIGLIO COMUNALE DEL 11 GIUGNO 2015
 
Al Sig. Sindaco del Comune di Umbertide
Al Sig. Segretario Generale


I sottoscritti Consiglieri Comunali, Valentina Pigliapoco e Michele Venti, chiedono di sottoporre al Consiglio Comunale di Umbertide una proposta di deliberazione come riportato in oggetto.
Si richiede quindi che i rispettivi responsabili dei servizi esprimano i dovuti pareri.

Premesso che

- Lo statuto deve prevedere forme di garanzia e di partecipazione delle minoranze (art. 6, c. 2 del T.u.e.l.). Le forme di garanzia delle minoranze e di controllo consiliare sono stabilite dall'art. 44 del T.u.e.l. e devono essere previste, secondo tali norme, dallo statuto.
- lo Statuto comunale di Umbertide , così come il Regolamento comunale, non prevede l'istituzione di una Commissione permanente di controllo e garanzia come indicato nell'art. sopra citato del TUEL.
- l'art. 30 dello Statuto comunale, pur intitolato "Commissioni di controllo e garanzia" non prevede l'istituzione di alcuna commissione di controllo e garanzia ma soltanto di Commissioni speciali di indagine e di inchiesta.
- la Commissione controllo e garanzia esercita funzioni di verifica e controllo dell'attività politico-amministrativa dell'Ente comunale, sull'andamento dell'azione amministrativa e sul funzionamento del Comune, nonché di Enti ed Aziende controllate o partecipate dal Comune di Umbertide, od esercenti pubblici servizi per conto dello stesso nell'ambito delle competenze comunali e nel rispetto delle normative di appartenenza;
- tale Commissione è una commissione permanente e risulta in quasi tutti i Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti.
- Che lo statuto del Comune di Umbertide quindi non prevede idonee forme di garanzia delle minoranze così ponendosi in contrasto con la normativa statale sopra richiamata.

Considerato che:


- la mancata istituzione della Commissione controllo e garanzia, la cui presidenza spetterebbe alla minoranza, rappresenta un grave vulnus alla trasparenza e democraticità dell'operato degli uffici dell'ente.
- si ritiene necessario rendere più facile l'istituzione delle commissioni di inchiesta abbassando a 1/5 il numero dei consiglieri che ne debbano fare richiesta e cancellando il quorum deliberativo previsto per la sua istituzione.


Tutto ciò considerato.

Visto il parere espresso dal responsabile del servizio competente ai sensi dell'art. 49 del TUEELL

DELIBERA


1. La modifica dell'art. 30 dello Statuto comunale sostituendolo con il seguente testo:

ART. 30
Commissioni di controllo e garanzia e di inchiesta

1. E' istituita la Commissione consiliare di controllo e garanzia che esercita le proprie funzioni, con particolare riferimento al controllo dell'attività politico-amministrativa dell'Ente Comunale, nelle sue articolazioni istituzionali e amministrative, nonché di Enti ed Aziende controllate o partecipate dal Comune di Umbertide , od esercenti pubblici servizi per conto dello stesso nell'ambito delle competenze comunali e nel rispetto delle normative di appartenenza.
2. Il Presidente della Commissione consiliare di controllo e garanzia deve essere esponente delle opposizioni.
3. Composizione, funzioni e pareri della Commissione consiliare di controllo e garanzia sono disciplinati dal regolamento del Consiglio Comunale.
4.Il Consiglio comunale può istituire, secondo le norme del regolamento interno, Commissioni speciali di indagine e d'inchiesta con funzioni di controllo e di garanzia, la cui Presidenza è attribuita all'opposizione.
5. Il regolamento interno del Consiglio determina la procedura di nomina del presidente, alla quale partecipano soltanto i consiglieri di minoranza.
6. Il Presidente eletto deve appartenere per tutta la durata dello svolgimento dei lavori alla minoranza formalmente costituita ed entra nel computo della rappresentanza proporzionale del suo gruppo in commissione.
4. Per la costituzione delle Commissioni di inchiesta è necessaria la proposta della Giunta ovvero la richiesta motivata di un quinto dei Consiglieri assegnati al Comune.
5. E' fatto obbligo a tutti i responsabili degli uffici del Comune nonchè di enti o aziende da esso istituite o da esso dipendenti di fornire alle Commissioni di inchiesta tutti i dati, i documenti e le informazioni richiesti, senza vincolo di segreto d'ufficio.

27.01.2015

Valentina Pigliapoco

Michele Venti