STOP ALL'ABUSO DI DISERBANTI: UNA VITTORIA DI TUTTI I CITTADINI

Nella seduta ordinaria del Consiglio Comunale del 29/9/2014 è stato approvato all'unanimità l'ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle sulla salvaguardia del territorio comunale dall'uso dei diserbanti chimici, delle sostanze tossiche anche di origine naturale e delle sostanze saline negli interventi di controllo delle infestanti al di fuori delle pratiche agricole.
La pratica del diserbo al di fuori delle aree coltivate è sempre più frequente, viene erroneamente considerata come alternativa agli interventi di tipo meccanico e utilizzata per il decoro delle strade pubbliche. Tale prassi rispetto alle tecniche tradizionali non presenta alcun vantaggio in quanto l'aspetto dei bordi trattati è oltremodo sgradevole dal punto di vista estetico, non elimina le operazioni di sfalcio e arreca danni alla vegetazione e alla popolazione. I risultati di numerose ricerche (esiste ormai una consistente letteratura internazionale in materia) hanno dimostrato la relazione esistente tra l'esposizione umana a tali sostanze e l'insorgenza di malattie, disfunzioni e malformazioni, come leucemia e linfoma non-Hodgkins; inoltre, l'uso estensivo e sistematico del diserbo prevede una lunga serie di controindicazioni, tra le quali: mette a rischio la salute degli operatori (che si possono proteggere) e della popolazione (ignari automobilisti, motociclisti, ciclisti, pedoni, raccoglitori, agricoltori, cittadini); espone le scarpate sottoposte al diserbo a frane e a smottamenti e a conseguente elevato rischio di provocare incidenti stradali durante gli eventi piovosi e nelle ore notturne. Impegnando l'amministrazione ad utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione per contrastare l'uso di queste sostanze tossiche un importante passo avanti è stato fatto verso quello che è il rispetto dell'ambiente e della popolazione. Ci riteniamo soddisfatti e vigileremo affinchè venga messa in pratica, questa non è soltanto una vittoria del M5S, ma è una vittoria di tutti i cittadini.

 

30/09/2014