PIATTAFORMA: FINALITA’ SOCIALI O ATTIVITA’ COMMERCIALE ?

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione al Sindaco per quanto riguarda la struttura La Piattaforma, dedicata alla memoria della Brigata partigiana Cremona; questo spazio fino al ventennio scorso era per  i giovani umbertidesi e non, un importante punto di incontro e confronto generazionale,  catalizzatore della crescita collettiva di intere generazioni. Oggi quello che ci appare sembra ben lontano dalle funzioni che la struttura dovrebbe ricoprire. Nel 1998 il Comune di Umbertide concedeva in comodato gratuito all’attuale associazione  l’uso dell’immobile per la realizzazione e gestione di una struttura socio-ricreativa polifunzionale ad uso pubblico come meglio specificato nel relativo contratto di comodato. Tra le finalità vi erano: la creazione di un’area di incontro per l’intera cittadinanza, allo scopo di favorire attività di aggregazione, scambi culturali, partecipazione alla vita cittadina, realizzazione di attività ludico-ricreative, volte alla integrazione tra soggetti con e senza svantaggi socio relazionali, con particolare riguardo ai soggetti a rischio di emarginazione sociale, nonchè promuovere iniziative culturali che valorizzassero la Liberazione e la democrazia, in piena autonomia ed in coerenza con la storia del locale Club Cremona. Nel 2004 risultava la cessione dell’affitto in comodato da parte dell’associazione nei confronti di una cooperativa sociale, e la stessa  cooperativa nel 2012 aveva a sua volta concesso la struttura tramite un contratto di affitto ramo di azienda  ad una ditta individuale. La gestione passata ed attuale della struttura disattende quanto previsto dalla convenzione. Il locale ha assunto di fatto un ruolo puramente commerciale. Non è dunque osservata la funzione sociale, aggregativa, culturale e partecipativa per la cittadinanza. Il gruppo consiliare del M5S chiede al Sindaco se il Comune, quale unico proprietario,  ha svolto il ruolo di controllore della struttura,  affinché fossero adempiuti regolarmente e rispettati gli obblighi e le finalità per cui l’area era stata concessa in comodato. Si domanda anche come sia possibile che all’interno venga svolta unicamente un’attività commerciale (attuale pizzeria, l’area adibita a Bar ad oggi è chiusa ) tenendo conto che l’associazione che gestisce la struttura è per statuto senza scopo di lucro, e l’attività commerciale dovrebbe essere solo a supporto della realizzazione dei fini istituzionali e non avere carattere predominante ed esclusivo, creando al contempo una concorrenza sleale nei confronti di attività analoghe. Vorremmo conoscere le immediate soluzioni per riportare il locale alla sua storica funzionalità di collettore socio-educativo per i giovani umbertidesi. Il Comune è obbligato a monitorare la situazione e, qualora  riscontri delle diverse finalità rispetto a quelle convenzionali riguardanti la gestione della struttura, deve prendere i provvedimenti necessari affinchè siano rispettati gli scopi della stessa. Nel deserto propositivo di Umbertide verso i giovani la Piattaforma deve tornare ad essere un centro aggregativo plurigenerazionale.

 

17/10/2014