ASILO DI VIA MORANDI : ETERNIT SULLA TESTA DEI NOSTRI FIGLI

Umbertide risulta essere uno dei Comuni più inquinati della regione per la presenza di amianto, da dati Arpa risultiamo essere al primo posto per quanto riguarda gli edifici pubblici. Quello che ci lascia veramente perplessi è che, tra gli edifici pubblici che presentano questo pericoloso materiale, ci sono delle scuole. Una di queste è l'asilo e scuola materna del capoluogo, sita in via Morandi, la cui copertura è totalmente eternit. Il Movimento 5 Stelle  Umbertide ha presentato pochi mesi fa un ordine del giorno in consiglio comunale che prevedeva un piano organico ed articolato che dettava tempi e modi, come l’assegnazione di un indice di priorità di intervento ai siti, per iniziare ad intraprendere la strada della bonifica su tutti gli edifici del territorio comunale. Questa nostra proposta è stata bocciata dalla maggioranza . Tutto ciò è passato inosservato agli occhi dei cittadini umbertidesi, e per informazione il M5S  con l'aiuto di cittadini volontari, e a proprie spese, ha effettuato un volantinaggio di fronte alla scuola. Nel giro di poco tempo è arrivata la Polizia Municipale che, svolgendo il proprio ruolo di monitoraggio sul territorio su chi fa volantinaggio, ha chiesto l'esibizione del pagamento dell'imposta dovuta e le generalità ai ragazzi che stavano svolgendo questo compito. Tutto in ordine, e siamo anche lieti che sul territorio vengano effettuati controlli così importanti e in modo così scrupoloso! Il M5S e i tanti cittadini, che ci hanno ringraziato per averli informati, ritengono  necessario un intervento immediato sulla scuola in questione, ma soprattutto chiedono un sopralluogo di tecnici per verificare lo stato in cui versa la copertura. La giustificazione circa la mancanza di fondi non regge quando di mezzo c'è la salute pubblica . Sono stati spesi inutilmente soldi, come per lo scatolone vuoto dell'ex tabacchi, e non si trovano fondi per bonificare una scuola dall'eternit? Assurdo! Il risultato della verifica dei tecnici dovrà essere reso noto ai cittadini, che potranno così essere tranquilli sull'incolumità della salute dei propri figli, e nel frattempo ci si adoperi per prevedere un intervento immediato.

 

1/03/2015