SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO COMUNALE: STOP ALL'USO DI GLIFOSATO

È notizia di questi giorni, l’Agenzia per la Ricerca sul Cancro (IARC), che all'interno dell'Organizzazione Mondiale della Sanità si occupa dell’ambito oncologico, si è espressa in maniera molto netta contro cinque pesticidi molto usati in agricoltura, definendoli probabili cancerogeni per l’uomo . Tra questi vi è un erbicida, il glifosato Questo è l'erbicida più usato al mondo, e molto usato persino in Italia, anche al di fuori delle pratiche agricole, come per il diserbo dei bordi stradali. Dopo l'allarme lanciato dallo IARC, segue l'eco di 14 associazioni ambientaliste, che chiedono la messa al bando del glifosato. Le associazioni criticano l'operato del governo che anziché vietare tali sostanze, elabora un piano dove non sono previste azioni concrete per ridurre l’uso dei pesticidi.

Numerosi studi registrano delle correlazioni tra l'uso del glifosato e l’aumento di malattie tumorali.

Il Movimento 5 Stelle ha depositato una proposta di legge, pubblicata il 9 settembre 2013, con la quale si intende vietare l’uso dei prodotti chimici almeno nelle operazioni di pulizia delle scarpate stradali, delle massicciate ferroviarie e di tutte le aree non destinate all’attività agricola. Nell'attesa che il governo si pronunci in merito, a livello locale si prova ad intervenire.

È così che nel Consiglio Comunale del 29 settembre 2014 è stato approvato all'unanimità l'ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle Umbertide sulla salvaguardia del territorio comunale dall'uso dei diserbanti chimici, quali il glifosato per l'appunto, negli interventi di controllo dalle infestanti al di fuori delle pratiche agricole. In questi casi si ritornerà ai mezzi meccanici. Una piccola, ma importante conquista che, alla luce di quanto emerso ultimamente, segna un punto a favore dell'ambiente e della salute dei cittadini.

 

09/04/2015