Domenica, 06 Novembre 2016 17:24

SICUREZZA SCUOLE: UNA PRIORITà

A seguito degli eventi sismici che avevano colpito il centro Italia a fine agosto il Movimento 5 Stelle aveva presentato nell’ultimo consiglio comunale un'interrogazione urgente al Sindaco di Umbertide per conoscere lo stato generale, le condizioni statiche e gli adeguamenti sismici a norma di legge degli edifici pubblici e scolastici.
Si era chiesta una risposta puntuale e ben articolata così da poter informare la cittadinanza in maniera adeguata sullo stato delle strutture pubbliche, con particolare riguardo alle scuole e agli asili nido, luoghi nei quali la sicurezza deve essere garantita.
Dal momento che la risposta fornitaci era piuttosto imprecisa, abbiamo immediatamente richiesto la convocazione di una commissione ad hoc, svoltasi il 18 ottobre scorso, durante la quale abbiamo appreso che gli interventi fatti sulle varie scuole nel corso degli anni sono arrivati a garantire una sicurezza pari al 60%.
Ora apprendiamo di una ordinanza del sindaco che chiude la scuola materna e asilo nido di via Morandi “in via precauzionale dopo l'intensa e perdurante attività sismica degli ultimi giorni”.
Premettendo che non si vuole far alcuna polemica, certe considerazioni sono d’obbligo per chi da tempo, come noi, sta dietro alla questione sicurezza delle scuole; nella stessa ordinanza del sindaco si afferma che “la struttura risulta agibile con prescrizioni di puntellamento del giunto tecnico in corrispondenza dell’ingresso alla cucina e dell’ingresso al chiostro interno; che è stato riscontrato un quadro fessurativo non importante ma diffuso in corrispondenza delle giunzioni fra telaio in c.a. e le murature riscontrabile sui paramenti esterni ma non presente all’interno”
inoltre viene detto “che la struttura è stata realizzata prima dell’entrata in vigore delle normative sismiche e che non è stata oggetto di interventi di miglioramento/adeguamento sismico, e che attualmente la struttura ospita un elevato numero di bambini e personale docente e non docente.”
Viene da chiedersi se queste criticità non fossero a conoscenza della nostra amministrazione già da prima degli ultimi eventi sismici. Un fulmine a ciel sereno dunque? Sembra di no visto che non è mai stata adeguata ai criteri antisismici, come la stessa amministrazione afferma. E perché?
Ricordiamo che nel 2010 venne intrapreso un ampliamento della struttura, che si sarebbe dovuto concludere nel 2012, e che è costato circa 130 mila euro (soldi nostri!). L'ampliamento dell'asilo nido avrebbe dovuto rispondere alle richieste che le famiglie annualmente avanzano per poter accedere al servizio. Se attualmente la struttura ospita un “numero elevato di bambini e personale docente” (300 persone) perché questa nuova area non è stata mai attivata? E se la si doveva lasciare così, perché quei 130 mila euro non sono stati impegnati per migliorare, anzi provare ad adeguare la struttura già esistente?

6.11.16

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA
Mercoledì, 14 Settembre 2016 08:43

SCUOLE UMBERTIDESI ANTISISMICHE?

La prevenzione delle lesioni o crolli di edifici in seguito ad un evento sismico resta in questo momento l'unico mezzo che permette di limitare se non anche evitare perdite in termini di vite umane e beni materiali.
A seguito dei recenti eventi sismici che hanno colpito il centro Italia, procurando vittime e gravi danni agli immobili ed infrastrutture, il M5S ha dunque presentato un'interrogazione urgente al Sindaco di Umbertide per conoscere le condizioni statiche e gli adeguamenti sismici a norma di legge degli edifici pubblici di questo paese.
È necessario che la cittadinanza sia informata in maniera adeguata sullo stato delle strutture pubbliche, con particolare riguardo alle scuole e agli asili nido, luoghi nei quali la sicurezza deve essere garantita.
Queste sono priorità che devono essere assicurate ai cittadini, avendo a disposizione un programma di prevenzione ben articolato e pubblicato a grande trasparenza ed in modo leggibile sul sito del Comune di Umbertide.

L'Assessore e il Sindaco affermano che l'amministrazione comunale continua ad investire nella scuola attraverso interventi di edilizia scolastica in grado di garantire a studenti, docenti e personale scolastico strutture sicure e adeguate, proprio in virtù di questo vorremo sapere come intendono procedere con la copertura in amianto della scuola materna e asilo nido di via Morandi. Nell'attesa che arrivino i finanziamenti per costruire la nuova struttura cosa si vuol fare per garantire quella sicurezza di cui si parla?

Ci si aspetta una risposta puntuale e ben articolata , non generica ed evasiva, l’incolumità dei cittadini deve essere al primo posto nelle priorità amministrative.

 

14.09.16

Pubblicato in COMUNICATI STAMPA