Incontro M5S/Comitato

Mercoledì 4 Settembre i cittadini del Movimento Cinque Stelle di Umbertide si sono incontrati in un'assemblea pubblica con i cittadini del Comitato Verde e per la vicinanza con la discarica di Pietramelina. Siamo stati oltremodo felici di incontrare queste persone “in lotta” perché abbiamo la ferma convinzione che solo cittadini consapevoli, informati, e uniti possono cambiare dal basso una situazione sociale e politica che è diventata ormai insostenibile. Come molti ben sapranno, il Movimento ha come faro la partecipazione diretta delle persone.

Non abbiamo più nessuna comprensione e nessuna compassione per tutti quelli che si lamentano, che criticano e poi non hanno nessuna voglia di combattere e interessarsi direttamente per cambiare la situazione del proprio territorio e della propria nazione.

In un manifesto che campeggia in quasi tutti gli angoli della città di Umbertide il comitato, accusa direttamente le istituzioni, Provincia, Regione e Comune, di aver giocato ad un vergognoso scaricabarile per il quale sembra quasi che la decisione di costruire una centrale a biomasse da un mega-watt nel comune di Umbertide non l'abbia presa nessuno.

La centrale si è approvata da sola o per volere divino.

E' ovvio il fatto di prendere decisioni “da soli”, di fare e disfare in perfetta autonomia e autarchia, da parte di chi governa le nostre terre ormai da decenni è diventata una abitudine. Qualcuno sente di avere un consenso “a prescindere” e quindi non sente più la responsabilità di fare il bene delle propria comunità ma purtroppo solo gli interessi di casta o di bottega.
Da quello che ci ha riferito il comitato e dal progetto che abbiamo potuto visionare, abbiamo capito che il comune non ha nessuna intenzione di fornire l'infrastruttura per collegare la Centrale alla rete idrica, per tanto l'impianto non fornirà nessun teleriscaldamento, e il calore in eccesso prodotto verrà disperso. La centrale non servirà a sostituire o a spegnere nessuna caldaia privata, quindi le emissioni di questa nuova gigante “caldaia” si andranno a sommare alle emissioni di fumi che già insistono nella zona. L'energia prodotta verrà venduta dal privato, usufruendo di ingentissimi contributi pubblici, si parla di più di due milioni di euro l'anno (soldi che paghiamo noi ovviamente). Questo significa che la comunità avrà soltanto svantaggi sia economici sia per la salute dalla costruzione di questo tipo d' impianto, che presenta altre mille complicazioni e dubbi, per l'approfondimento dei quali consigliamo di prendere contatto direttamente con il comitato.
Ribadiamo che il movimento ha nel suo dna la totale adesione alla produzione di energia rinnovabile ma fortemente contraria a operazioni speculative, come ad esempio queste centrali di poco sotto il Mega-watt che vengono aperte grazie a procedure semplificate e vantaggiose solo grazie agli incentivi che tutti noi paghiamo in bolletta. 
Rinnovando il nostro appoggio, il nostro “in bocca al lupo” e la nostra totale adesione alla causa dei nostri concittadini, rinnoviamo l'invito a tutta la cittadinanza di Umbertide di uscire dal torpore e di partecipare attivamente alla vita democratica del proprio paese, perché se anche voi non vi occupate di politica, non abbiate timore, i politici si occuperanno di voi, ed in vostra assenza quello che possono fare è sotto gli occhi di tutti, e a noi non piace!
Saluti!

 

Altro in questa categoria: « E la dignità?